Frasi. citazioni e aforismi sul senso della Vita

frasi vita

«Dormivo e sognavo che la vita era gioia; mi svegliai e vidi che la vita era servizio. Volli servire e vidi che servire era gioia»
(R. Tagore)

«Cogli ogni opportunità che la vita ti dà, perché, se te la lasci sfuggire ci vorrà molto tempo prima che si ripresenti.»
(P. Coelho)

«Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita.»
(Proverbio Cinese)

«Quello che sei parla tanto forte che non riesco a sentire cosa dici»
(R. W. Emerson)

«Afferra il giorno che passa e non fare nessun affidamento sul domani.»
(Orazio)

«Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare»
(Seneca)

«Senza entusiasmo, non si è mai compiuto niente di grande»
(R. W. Emerson)

«L’essenziale è invisibile agli occhi.»
(A. De Saint-Exupéry)

«Fa più rumore un albero che cade rispetto ad una foresta che cresce.»
(L. Tze)

«Le persone viaggiano per stupirsi delle montagne, dei fiumi, delle stelle e passano accanto a se stesse senza meravigliarsi.»
(S. Agostino)

«Bisogna vivere come si pensa, altrimenti si finirà per pensare a come si è vissuto.»
(P.  Bourget)

«Chi bada al vento non semina e chi osserva le nuvole non miete.»
(Qoelet)
 
«La vita è l’infanzia della nostra immortalità.»
(J. W. Goethe)

«La vita si misura dalle opere e non dai giorni.»
(Metastasio)

«Questa vita è una prova. E’ soltanto una prova. Se fosse stata una vita vera avremmo ricevuto ulteriori istruzioni su dove andare e cosa fare!»
(Anonimo)

«La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro. Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare.»
 (A.  Schopenhauer)

«Non si scoprono terre nuove senza accettare di perdere di vista, prima, e per molto tempo, ogni terra conosciuta.»
(A. Gide)

«Ciò che il bruco chiama “fine del mondo”, per il resto del mondo è una bellissima farfalla .»
 (L. Tze)

«Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre.»
(M. Gandhi)

«Per arrivare all’alba, non c’è altra via che la notte.»
(K. Gibran)